Senza lavoro e senza formazione: la Neet Generation

0
681

Che circa due milioni di giovani in Italia ancora non lavorino, non sorprende nessuno, eppure questa schiera di giovanissimi nemmeno si dà da fare nello studio o nella formazione. Per dirla all’inglese, che tanto piace quando si tratta di ultime tendenza, questo gruppo ben fornito è la Neet Generation.

L’età di questi 2 milioni d’italiani oscilla fra i 15 ed i 29 anni, e a far scalpore è soprattutto il fatto che rappresentano il 21% dei coetanei della penisola.

Il dato è stato presentato da Italia Lavoro, figlio di una ricerca che ha scovato una neet generation che pur essendo fuori dai percorsi formativi, pure non è impegnata in alcun genere di lavoro.

Italia Lavoro, in collaborazione con il Ministero dell’Economia e delle Finanze e con il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, mette in risalto il fatto che il tasso di giovani neet varia al variare delle zone:

  • nel Mezzogiorno la percentuale di giovani neet si aggira intorno al 33,3% nel caso delle ragazze e intorno al 27,4% nel caso dei ragazzi;
  • nel Nord Est invece il tasso è pari al 13,2%;
  • nel Nord Ovest si aggira intorno al 15,4%;
  • infine nelle zone Centrali intorno al 16,1%.

 

Dati  che si presentano comunque preoccupanti, e sono lo specchio di una nuova generazione priva di stimoli, di obbiettivi e di speranze, ma soprattutto lo specchio di una generazione nuova  non incentivata dal mercato che offre davvero limitate possibilità occupazionali, specialmente al sud.

Spaventa comunque rilevare come anche numerose province del Centro Nord, presentino dei tassi davvero alti di giovani che pur non lavorando non studiano e non si formano. Alcuni esempi? Frosinone, Massa-Carrara, Rieti, Livorno, Chieti, Imperia, Gorizia, Terni, Latina, Ascoli Piceno.

 

Per approfondire: http://www.nannimagazine.it/v1.0.6/_resources/_documents/Uploaded-Files/File/NEET.pdf

Photo Credit: http://www.movingproject.eu/generation-neets.php

Lascia un commento