Crediti INPS, ecco come funziona la dilazione dei pagamenti

0
291

inps_logoDal primo gennaio 2011, con l’ entrata in vigore della nuova legge, i crediti INPS saranno riscossi tramite notifica di un avviso di addebito con valore di titolo esecutivo.

Più in particolare la rateizzazione che è stata concessa dall’ INPS riguarda solo i crediti in fase amministrativa e quindi tutti quelli per i quali non è stato ancora  formato l’avviso di addebito e la contestuale consegna ad Equitalia. Se quest’ ultimo passaggio è già avvenuto la dilazione potrà essere richiesta solo al competente Agente della riscossione.

La domanda viene definita con la sottoscrizione del piano di ammortamento in cui è previsto anche il versamento della prima rata con il modello F24 mentre quelli successivi dovranno essere effettuati ogni mese, entro 30 giorni successivi al versamento precedente, sempre tramite lo stesso modello, indicando la causale e i codici usati per la prima rata.

Se per due rate consecutive si omette il pagamento la dilazione sarà revocata e sarà effettuato un recupero coattivo del credito residuo.

Lascia un commento