Come trovare un lavoro a 50 anni

0
125

In questo ultimo scorcio d’estate sono stati tantissimi i cinquantenni che hanno perso il posto di lavoro. L’evento era facilmente prevedibile, vista la crisi finanziaria che ha  nuovamente colpito le economie mondiali.

Ma come al solito a farne le spese sono sempre i più deboli. Manca la liquidità?  Le aziende chiudono? E cosa si fa in ultima analisi? Si licenziano i cinquantenni. Quando si perde il lavoro alla soglia della mezza età, è inutile fingere, non lo si ritrova molto facilmente.

Ma questo non è un buon motivo per perdere tutte le speranze. Il consiglio, speriamo valido, che ci sentiamo di dare a coloro che vivono la drammatica situazione della perdita del posto di lavoro è di non arrendersi e di iniziare a cercare immediatamente altre opportunità, magari facendosi aiutare da amici e parenti e spargendo la voce con tutti gli strumenti che si hanno a disposizione: telefono, email, social network.

Se la forsennata spedizione del curriculum non porta a nulla, suggeriamo anche di imitare le gesta eclatanti di alcuni cinquantenni coraggiosi che sono finiti persino in televisione per denunciare la loro tragica situazione. E’ il caso del bidello palermitano, rimasto senza lavoro,  che si è incatenato vicino agli uffici della Regione annunciando lo sciopero della fame o dell’altro disoccupato cinquantenne che dopo 4 anni di inutili “ le faremo sapere” ha tappezzato la città dove vive,  con il suo curriculum, messo in bella vista ad ogni angolo di strada, tanto da attirare l’interesse della stampa e si, spera, anche dei datori di lavoro.

L’esempio di queste persone ci dice che per ritrovare il lavoro  quando lo si è perso a 50 anni, servono tanto coraggio, personalità e qualche gesto curioso,  per farsi notare.