Come trovare lavoro, tutti i consigli utili e aziende a cui mandare il curriculum

Come trovare lavoro? Di seguito tutti i consigli utili su come cercare, redigere il proprio curriculum vitae e candidarsi

0
735
Come trovare lavoro
Fonte: Wired

Cercare lavoro non è sempre semplice: richiede tempo, costanza e un pizzico di fortuna. Nonostante ciò, in questo articolo vi daremo qualche consiglio utile su come cercare il posto di lavoro perfetto per voi e per le vostre competenze, come redigere il curriculum e il nome di qualche azienda a cui inviarlo.

QUALCHE CONSIGLIO 

Per prima cosa, è buona norma compilare il proprio curriculum vitae. È essenziale inserire le vostre competenze e tutti i lavori svolti finora, puntare i riflettori su cosa avete imparato e sui vostri punti di forza. Ricordatevi che il curriculum rappresenta il vostro biglietto da visita, pertanto le Risorse Umane faranno molta attenzione a ciò che scriverete. Successivamente, alcune aziende richiedono la cosiddetta lettera di presentazione. Per essere efficace deve contenere le seguenti informazioni:

  • chi siete, cosa fate e per quale posizione vi candidate;
  • personalizzatela in base all’azienda a cui vi state rivolgendo;
  • citate brevemente le vostre esperienze;
  • spiegate quale contributo potrete apportare all’azienda di riferimento;
  • descrivete i vostri obiettivi, punti di forza e valore;
  • invitate a leggere i vostri CV;
  • siate formali e gentili.

COME CERCARE IL LAVORO GIUSTO? GLI STEP

Dopo aver creato il vostro curriculum e/o lettera di presentazione, è tempo di cercare la posizione adatta alle vostre esigenze e competenze. Potrete, dunque, procedere in questo modo:

Sfruttare il passaparola

Il metodo più antico è sicuramente quello di creare una rete di conoscenze e sfruttare il cosiddetto passaparola. Fate sapere a tutti i vostri amici, parenti e conoscenti che siete in cerca di un lavoro, qualcuno conoscerà sicuramente qualche azienda disposta ad assumervi e in cerca di personale.

Rivolgersi al centro per l’impiego

Anche questo è sicuramente il metodo più gettonato. Chiedete supporto e aiuto al CPI della vostra città, i quali svolgono gratuitamente servizi di orientamento, revisione cv e favoriscono l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

Lavorare nel privato

Se volete lavorare nel privato, tutto quello che dovrete fare è informarvi sull’azienda di riferimento che ha avviato dei piani assunzione. Consultare il sito internet di quest’azienda, in genere nel settore “Lavora con noi”. Ad esempio, la nostra redazione si occupa costantemente di offerte di lavoro, vi basta consultare la home del sito.

Lavorare nella Pubblica Amministrazione

Invece, se la vostra intenzione è quella di lavorare nella Pubblica amministrazione, tenete d’occhio i concorsi pubblici banditi dai vari Ministeri. La nostra redazione si occupa anche di questo, vi basta collegarvi a questo sito per conoscere gli ultimi concorsi pubblici banditi.

LinkedIn

LinkedIn è un portale molto utile per la ricerca del lavoro. Create il vostro profilo e allegate il vostro CV, da lì potrete trovare le posizioni aperte adatte al vostro profilo professionale.

Stage

Se invece avete poca esperienza o non avete mai lavorato, valutate le offerte di stage da parte delle varie aziende.

Lavorare all’estero o diventare imprenditore/libero professionista

Non trovate nulla che possa soddisfare le vostre esigenze? Non vi resta che provare all’estero visitando il sito EURES in cui sono presenti molti annunci di lavoro in tutta Europa.

Altrimenti, potreste mettervi in proprio creando una start up, aprire un negozio o un’attività.

Siti web della Regione di appartenenza

Un altro modo è quello di consultare costantemente il sito web della propria Regione dedicato alle offerte di lavoro.

Head hunters e società di head hunting

Gli head hunters sono professionisti o società che selezionano personale qualificato. Potreste inviare la candidatura proprio a loro, i quali in genere possiedono dei siti web dedicati.

ALCUNE AZIENDE

Adesso tocca a voi, provate a mettervi in gioco e ad inviare delle candidature a queste aziende. Vi ricordiamo che alcune di esse accettano anche autocandidature, senza necessariamente scegliere un profilo professionale indicato.