Voucher INPS lavoro domestico

0
219

images

Di recente si è previsto che il voucher Inps potrà essere utilizzato anche per retribuire lavori domestici occasionali. L’INPS ha comunque specificato che le esigenze dovranno avere un carattere esclusivamente temporaneo e solo in quel caso i datori di lavoro potranno usufruire dei vantaggi e della facilità d’uso dei voucher per ripagare i lavoratori.

Questo particolare uso del buono INPS è stato previsto per regolamentare prestazioni che si svolgono occasionalmente, e che non danno luogo a compensi che entro l’anno solare superino i 5 mila euro (per unico committente), esattamente come abbiamo già ricordato per le altre forme di prestazione occasionale retribuibili tramite voucher.

Il voucher è, come ci tiene a specificare l’INPS, totalmente esente da imposizione fiscale e dunque non va ad incidere sulla eventuale condizione di inoccupato o disoccupato di chi presta il servizio; non richiede inoltre la sottoscrizione di alcun contratto di lavoro e consente al committente di usufruire di prestazioni lavorative occasionali in piena legalità.

Per quel che riguarda il lavoratore, ricordiamo comunque che questo genere di impego non dà alcun diritto a prestazioni di malattia o maternità, disoccupazione o assegni familiari. Più nello specifico, in caso di cittadini extracomunitari, i voucher non aiuteranno nel rilascio o nel rinnovo del permesso di soggiorno.

Ovviamente i vantaggi sono facilmente visibili: il datore di lavoro infatti, in necessità di collaboratore domestico, non dovrà effettuare alcuna procedura di denuncia del rapporto lavorativo all’INPS, versando tramite bollettino postale i contributi previsti, ma utilizzando i buoni di lavoro si semplificherà notevolmente la vita. Come già ricordato altrove il valore nominale di ciascun buono è di 10 €, che al netto dei contributi INPS e INAIL corrisponde a 7,5 € di retribuzione del lavoratore.

I buoni si potranno ottenere seguendo la procedura telematica, o acquistando i buoni cartacei presso le sedi dell’INPS. Il lavoratore invece potrà riscuoterli presso qualsiasi ufficio postale presente sul territorio italiano.