Trovare lavoro con la candidatura spontanea

0
676

Office lifeCandidarsi spontaneamente ad una posizione di lavoro significa inviare il CV senza che l’azienda lo abbia specificatamente richiesto.

Sono centinaia, forse migliaia, ogni giorno, i curricula inviati spontaneamente alle aziende. Molti di questi curriculum vengono cestinati senza essere mai letti, altri vengono letti e conservati nei database dell’azienda per essere consultati al bisogno.

Ma i candidati “spontanei” lamentano la stessa esperienza: nessun contatto dopo l’invio del Curriculum Vitae. Il metodo della candidatura spontanea non è certo il più ideale per trovare lavoro, anche perché quando ci si candida presso un’azienda che non cerca un determinato profilo si commettono degli errori che è consigliabile evitare.

Il primo consiglio è di non inviare candidature spontanee se nel sito dell’azienda non è specificato nulla in merito. Prima di intasare la casella di posta dell’azienda scelta bisogna accertarsi che all’interno del sito esista un’area dedicata al reclutamento di personale.

Se non esiste alcuna sezione in merito è preferibile saltare la fase di invio del curriculum per email e contattare telefonicamente l’azienda chiedendo informazioni sull’eventualità di poter inviare una candidatura spontanea. Se nel sito è presente la sezione “lavora con noi” e simili, verificare che in un apposito spazio sia presente anche l’opzione che prevede l’invio di una candidatura spontanea.

Se nel sito, l’azienda indica soltanto una selezione per profili specifici è inutile perdere tempo ad inviare curriculum non richiesti. Stesso discorso anche quando l’azienda specifica “ nessuna posizione aperta al momento”.

Una candidatura spontanea, per essere efficace, deve sempre essere richiesta dall’azienda o tramite il proprio sito o tramite un preventivo contatto telefonico del candidato. Altrimenti  si rischia di perdere del tempo inutilmente e di non aver saputo guardare in faccia la realtà. Per capirla è semplice: basta leggere.

Fonte immagine: rdbvigilfuoco.blogspot.com

Lascia un commento