Stipendi, dove si guadagna di più in Italia? I dati dell’ultima indagine

0
206
stipendi
fonte: pxhere

Negli ultimi tempi il Centro Studi delle Camere di Commercio Tagliacarne del 2023 ha elaborato un’indagine riguardo agli stipendi in Italia e in quale città si guadagna di più. Stando a quanto emerso da questo studio è Milano la città con lo stipendio più alto, mentre Rieti è stata collocata all’ultimo posto della classifica.

STIPENDI IN ITALIA: IN QUALI CITTÀ SI GUADAGNA DI PIÙ?

Come già anticipato, è Milano a classificarsi al primo posto nella classifica stilata dal Centro Studi delle Camere di Commercio Tagliacarne per gli stipendi più alti in Italia. Si parla, infatti, di un reddito da lavoro dipendente pro-capite pari a 30.464 euro nel 2021. A posizionarsi all’ultimo posto è stata Rieti con una media pro capite pari a 3.317,55 euro.

Nel dettaglio la lista comprende le seguenti città:

  1. Milano: 30.464,86 euro;
  2. Bolzano: 18.942,08 euro;
  3. Bologna: 18.628,65 euro;
  4. Parma: 18.175,33 euro;
  5. Roma: 17.774,30 euro;
  6. Reggio Emilia: 16.912,12 euro;
  7. Firenze: 16.686,53 euro;
  8. Modena: 16.572,83 euro;
  9. Vicenza: 16.451,67 euro;
  10. Genova: 16.031,29 euro;
  11. Pordenone: 15.887,39 euro;
  12. Verona: 15.749,16 euro;
  13. Trieste: 15.672,95 euro;
  14. Torino: 15.424,47 euro;
  15. Trento: 15.086,36 euro;
  16. Cuneo: 14.340,13 euro;
  17. Cagliari: 14.244,03 euro;
  18. Forlì-Cesena: 14.002,18 euro;
  19. Padova: 13.924,12 euro;
  20. Udine: 13.888,68 euro.

DATI NEL SETTORE PRIVATO

Dallo studio dell’Associazione Artigiani e Piccole Imprese Mestre (CGIA), pubblicato il 28 ottobre 2023, ha posto al centro dell’attenzione una problematica presente da tempo: gli squilibri nelle diverse aree in Italia.

Nel 2021 è stato stimato che un lavoratore medio a Milano guadagna il 90% in più rispetto a un suo collega palermitano. Nella capitale dell’economia italiana, infatti, lo stipendio di un dipendente nel privato ammontava ammontava a 31.202 euro, mentre a Palermo si parlava di 16.349 euro. 

Attualmente, nel settore privato sono queste le province che registrano i guadagni più alti:

  1. Milano: 31.202 euro;
  2. Parma: 25.912 euro;
  3. Bologna: 25.797 euro;
  4. Modena: 25.722 euro;
  5. Reggio Emilia: 25.566 euro;
  6. Lecco: 25.190 euro;
  7. Trieste: 24.747 euro;
  8. Torino: 24.506 euro;
  9. Bergamo: 24.388 euro;
  10. Varese: 24.260 +euro;
  11. Lodi: 24.143 euro;
  12. Vicenza: 24.139 euro;
  13. Genova: 24.058 euro;
  14. Treviso: 23.836 euro;
  15. Padova: 23.788 euro;
  16. Novara: 23.606 euro;
  17. Pordenone: 23.451 euro;
  18. Bolzano: 23.444 euro;
  19. Cremona: 23.305 euro;
  20. Alessandria: 23.177 euro.

IL CONFRONTO CON L’UE

Nel confrontare gli stipendi italiani con quelli dei diversi Paesi Europei, emerge come i lavoratori italiani guadagnano circa 3.700 euro l’anno in meno della media dei colleghi europei e oltre 8.000 euro in meno della media di quelli tedeschi. Sebbene nel 2021 c’è stato un aumento del 12% dello stipendio medio netto, i lavoratori italiani continuano a guadagnare meno a quello dei lavoratori di diversi Paesi Europei.

APPROFONDIMENTO

Di seguito sono presentati i testi integrali dell’indagine svolta dal Centro Studi delle camere di commercio Guglielmo Tagliacarne e dello studio svolto dall’Associazione Artigiani e Piccole Imprese Mestre (CGIA).

STUDIO CGIA

INDAGINE CENTRO STUDI DELLE CAMERE DI COMMERCIO GUGLIELMO TAGLIACARNE