Quali saranno le professioni più richieste nei prossimi mesi?

0
189
medici ed infermieri

nuove professioniSiamo nel 2012 ed ormai tante anzi tantissime sono le cose che possiamo sapere sul nostro futuro ma difficilmente siamo in grado di sapere se ed in quali settori ci sarà possibile trovare un impiego adatto ad ognuno di noi. Il punto è che con difficoltà si riesce a stilare una graduatoria di quelle che oggi sono le maggiori offerte lavorative e quindi possiamo immaginare che sia ancora più arduo il compito se ci riferiamo ai tempi che verranno.

Per comprendere il futuro lavorativo del nostro Paese (ma più in generale anche a livello Europeo o addirittura Mondiale) è necessario comprendere quelle che sono le attuali dinamiche economiche e grazie a queste delineare quelle che verranno. Sappiamo bene che in economia si parla di espansione e recessione a seconda che questa cresca o vada incontro a rallentamenti ma al di la di questa semplice definizione, la cosa difficile è capire per quanto tempo si protrarranno questi fenomeni o quando l’uno sostituirà l’altro. Oggi ovviamente, come tutti sanno, siamo in un periodo di forte recessione, ma d’altra parte questa non è una novità dato che ormai rappresenta il trend negativo degli ultimi anni.

Nonostante tutte queste difficoltà non bisogna comunque perdersi d’animo in quanto proprio seguendo le linee guide dell’economia nazionale odierna è possibile in qualche modo capire (o almeno intuire) quali saranno le professioni più richieste in un futuro più o meno lontano.

professioni lavoroCon molta probabilità la situazione lavorativa seguirà la tendenza attuale, nel senso che molto spesso le professioni più richieste saranno quelle che anche oggi sono ai primi posti.

Per quanto riguarda le professioni più richieste nei mesi che verranno (quindi nel breve periodo), possiamo dire che ci sarà ancora una forte prevalenze nel settore tecnico-scientifico dove a fare da padrona sarà ancora una volta l’alta specializzazione; si andranno a privilegiare professioni quali esperti informatici, specialisti in contabilità e credito, e quindi più in generale tutte quelle figure che possiedono conoscenze specifiche in ambito economico, gestionale ed informatico.

A tal proposito è importante dire che avrà un peso sempre maggiore la specializzazione, dato che le aziende preferiranno sempre più assumere gente molto preparata in un determinato ruolo piuttosto che fare ricorso a professioni e professionisti più generici; pertanto con molta probabilità i maggiori disagi li avranno coloro che sono laureti o si laureeranno in materie più generiche.

Un altro importante settore, diverso da quelli esaminati fino ad ora, in cui ci saranno buone opportunità lavorative è senza dubbio quello della moda; d’altra parte è ben noto che nel nostro Paese è sempre stato uno dei settori trainanti della nostra economia. In particolare saranno (e sono anche oggi) richieste figure anche molto diverse tra di loro che vanno dai web buyer (che si occupano degli acquisti) ai direttori di negozio, dai responsabili collezione (stilista) ai modellisti, ma anche l’importante ruolo del customer care (l’intermediario cioè tra il venditore ed il cliente).

medici ed infermieriNel lungo periodo e quindi con riferimento non ai prossimi mesi bensi ai prossimi anni la situazione non è molto diversa in quanto a grandi linee la situazione sarà probabilmente la stessa anche se a queste professioni si affiancheranno delle altre (in alcuni casi anche maggiormente richieste).

Tanto per fare un esempio basti pensare che l’età media nei Paesi sviluppati è sempre più alta e questo non può che significare una maggiore presenza di persone anziane che in quanto tali richiedono maggiori cure e prestazioni mediche, pertanto  tra le figure sempre più alla ribalta nei prossimi anni troveremo appunto quelle impegnate nell’ambito medico-sanitario (e quindi medici chirurghi e infermieri, ma non solo).