Diventare animatore turistico

1
300

L’animatore turistico è una delle figure più richieste degli ultimi anni. L’industria delle vacanze non può più farne a meno, perché, a causa dell’alta competizione internazionale, per catturare l’interesse dei clienti non basta solo offrire un paesaggio splendido e dei servizi eccellenti, ma bisogna anche coinvolgere gli ospiti in attività ludiche di gruppo e in spettacoli di intrattenimento.

L’animatore turistico, si occupa proprio di organizzare queste attività. L’estate si avvicina e le aziende sono già  a caccia di animatori turistici bravi e di talento. Per diventare animatore turistico non servono corsi particolari, anche se frequentarli non guasta. I corsi per animatori turistici e sociali vengono organizzati ogni anno in ogni parte d’Italia.

Alcuni permettono di seguire dei periodi di stage presso villaggi turistici per mettersi alla prova e sperimentare sul campo le proprie abilità di animazione. Un curriculum con la formazione giusta e le esperienze già maturate, consente, infatti, di superare più facilmente le selezioni.

L’animatore trova lavoro consultando le innumerevoli offerte di lavoro riferite alla ricerca del suo profilo. Una risorsa online dove trovare le maggiori società in cerca di animatori è il seguente: Planetvillager.com.

Una volta assunto, l’animatore si occuperà di organizzare giochi, balli di gruppo o spettacoli. Di solito lavora all’interno di uno staff di animatori, dove ognuno si occupa di un evento specifico.

Per avere successo in questo lavoro, bisogna  possedere grinta e determinazione, ma soprattutto passione che permetterà al vostro talento di esprimersi sempre al meglio. A volte gli animatori possono anche avere fortuna in altri campi. E’ il caso di Fiorello, divenuto uno showman televisivo dopo aver lavorato come animatore nei villaggi turistici.

 

Fonte immagine: Digital-sat.it