Lavoro, 800.000 donne licenziate perchè in gravidanza

0
113

La situazione delle donne al lavoro è molto spesso tragica e a volte si è costretti a scegliere tra maternità e lavoro o a causa della carenza di strutture o a causa della precarietà e della possibilità di perdere il lavoro.

A sostegno di questo, se qualcuno avesse ancora dei dubbi, arrivano i dati Istat che hanno rilevato che nel 2008-2009 sono state circa 800.000 lemadri italiane che hanno dichiarato di aver perso il lavoro o di aver dovuto dare le dimissioni proprio in occasione o a seguito di una gravidanza. Il Rapporto Istat 2010 evidenzia il fatto che non si tratta solo di un numero enorme ma anche di un’ alta percentuale visto che si tratta dell’ 8,7% delle donne che lavorano o che hanno lavorato.

In particolare, i dati, stabiliscono che questa sorte tocca anche alle lavoratrici più giovani, con un +13,1%. Come sempre c’è una dfferenza tra Nord e Sud e le donne al Mezzogiorno sono più penalizzate, con un 10,5%. Più in generale tocca al 15% delle donne smettere di lavorare per la nascita di un figlio.