Compro Oro, fate attenzione alle fregature

0
538

Con la crisi e il crescente bisogno di denaro da parte di molte persone, i “compro oro” sono cresciuti come funghi non solo nelle grandi città, ma anche nei piccoli centri urbani. I compro oro altre all’acquisto di monili d’oro, fanno affari anche con oggetti d’argento, gioielli, lingotti, platino e monete antiche.

Chi si trova in situazione di bisogno e si rivolge a questo tipo di commercianti è bene che stia attento alle fregature, perché è giusto che si abbia il ricavato sulla reale quotazione del valore del bene.

Secondo un recente inchiesta di Altroconsumo, fatta portando un bracciale d’oro in ben 50 “compro oro” di Milano, Torino, Napoli, Bologna e Roma, ci sono state differenze di pagamento dai 10 ai 110 euro, inoltre solo in otto negozi di Torino, uno di Roma e uno di Napoli era esposto il cartello con i prezzi di acquisto.

Dopo quanto appurato, è bene non fermarsi al primo negozio di “compro oro”, ma è meglio verificare in più punti di acquisto la somma di reale ricavo prima di cedere il vostro del bene.

Ecco sintetizzati dei semplici suggerimenti per non avere delle fregature dai “compro oro”:

–          Verificate il valore in più punti di acquisto,

–          Verificate voi stessi il peso dell’oggetto,

–          Verificate il prezzo al grammo e la quotazione del giorno nei giornali o su internet,

–          Non accettate contanti per somme superiori ai mille euro, siete in multa secondo la normativa antiriciclaggio.

Detto ciò, se non avete reale bisogno di vendere il vostro oro o argenteria, continuate a tenerli, col passare del tempo potrebbero diventare un piccolo tesoro di cui ora non vi rendete conto.

Lascia un commento