Come insegnare nella scuola privata

0
129

Come per le scuole pubbliche, per insegnare in una scuola privata occorre essere in possesso della laurea magistrale o specialistica. Per verificare subito se la propria laurea è idonea, basta consultare il sito del MIUR.

Ogni corso di laurea, infatti, ha una sua classe di appartenenza in base alla quale è possibile insegnare o meno una data materia. Una volta stabilita la classe di appartenenza, per alcuni titoli, sarà necessario sostenere degli esami integrativi per essere abilitati all’insegnamento.

Procedura per accedere nella scuola privata

Per accedere nella scuola privata non serve superare alcun concorso. Si parla, infatti, di “messa a disposizione” presso la scuola in cui si vuole insegnare. Si tratta di un documento che va intestato al dirigente scolastico, dove nella voce dell’oggetto si specifica la materia di proprio interesse e l’anno scolastico.

Nel testo della messa a disposizione bisogna inserire i dati personali, come nome, cognome, data di nascita, domicilio, numero di telefono, ecc. La messa a disposizione deve essere accompagnata da una dichiarazione che attesti l’effettivo possesso dei requisiti d’accesso, e da una dichiarazione di disponibilità di stipula di un contratto presso la scuola. Infine, si allega il Curriculum vitae in formato europeo, specificando tutti gli esami conseguiti durante il corso di laurea.

La modulistica va inviata a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, o in alternativa, può essere consegnata a mano presso la scuola in cui si desidera insegnare. La nota dolente, per chi sceglie questa strada, è lo stipendio poco remunerativo. Non è raro che le scuole private assumano docenti molto giovani, facendo leva sulla loro necessità di fare punteggio utile, da spendere poi per i concorsi nelle scuole statali.