Accordo sindacale per i lavoratori licenziati della Lombardia

0
155

unesAnche la Lombardia, ieri capitale del lavoro e della ricchezza economica, sta attraversando un brutto momento a causa degli effetti negativi della crisi economica.

Migliaia i lavoratori che hanno perso il posto di lavoro o che vivono con il “magro” contributo di un ammortizzatore sociale.

Per tentare si arginare, almeno le conseguenze immediate di questa crisi infinita, i sindacati Cgil, Cisl e Uil di Milano e Unes Supermercati  hanno stretto un accordo sperimentale che consentirà alle  persone più in difficoltà e alle loro famiglie di fare la spesa, a condizioni vantaggiose, con sconti del 5% e promozioni, presso alcuni punti vendita a insegna Unes e U2.

“Sappiamo bene”, spiegano i Segretari Generali di Cgil, Cisl, Uil di Milano, Onorio Rosati, Danilo Galvagni, Walter Galbusera e Primo Micara, Direttore Vendite di Unes Supermercati, “che questa iniziativa non risolve i problemi di chi deve fare i conti con le conseguenze della crisi economica. E’ comunque un piccolo aiuto, un segno di attenzione e solidarietà verso i lavoratori del territorio e le loro famiglie”.

L’accordo varrà  da questo mese a tutto febbraio 2011 ed è rivolto a lavoratori licenziati o in cassa integrazione straordinaria o in deroga, in mobilità, in contratto di solidarietà, in disoccupazione speciale, dipendenti di imprese situate nei Comuni di Paderno Dugnano, Settimo Milanese e Pregnana Milanese , un’area che registra un’ alta densità di aziende in crisi.

Per beneficiare delle agevolazioni bisognerà rivolgersi ai sindacati che certificheranno i requisiti ed erogheranno lo sconto del 5% sotto forma di bonus  da utilizzare quando si andrà a fare la spesa.

Fonte immagine: www.flickr.com/photos/ambrosianapictures/3073848274