Vivi solo per il lavoro? Ecco come capirlo

0
210

Ci sono persone talmente dedite al lavoro, che per questo farebbero di tutto, ma purtroppo non si accorgono che spesso perdono tante occasioni e si lasciano completamente assorbire dai doveri. I doveri li assorbono talmente tanto che si lasciano sfuggire anche le piccole cose che in fondo sono i piaceri della vita.

Ora vediamo assieme alcuni i punti che ti aiuteranno a capire se anche tu sei schiavo del lavoro.

Hai ansia di arrivare a lavoro e ti presenti sempre con netto anticipo, ti trattieni anche oltre l’orario stabilito e non sei tranquillo se tutto non è terminato a puntino.

Eviti i break e la pausa pranzo e continui a lavorare anche quando gli altri staccano la spina.

Non usufruisci delle ferie e anche le poche volte che te le concedi, non sei tranquillo e pensi a tutto ciò che dovresti fare.

Qualunque altra occupazione o divertimento, che non sia il tuo lavoro, ti stressa.

Sei troppo disponibile, non riesci mai a dire di no a qualsiasi richiesta da parte del tuo datore di lavoro o da parte dei tuoi colleghi, per compiacerli ti fai in quattro.

Se hai preso un impegno, non ti fermi neanche quando stai poco bene e avresti bisogno di qualche giorno di riposo.

Per finire un lavoro dimentichi gli altri impegni che hai preso con amici o famigliari e poi inventi delle scuse per giustificarti.

Pensi di essere insostituibile e che quello che fai tu, nessun altro è in grado di svolgerlo altrettanto bene.

Non chiedi mai aiuto agli altri, sovraccaricandoti di lavoro.

Se anche tu ti rispecchi in alcuni di questi punti, sicuramente hai qualche problema nel vedere il tuo lavoro, perché non lo vedi solo come un lavoro, ma è lo consideri l’unica tua fonte di realizzazione e lo sopravaluti.