Niente Cedolare secca? Ecco le stangate per le case in affitto

0
95

Ancora brutte novità per i proprietari di casa e soprattutto per coloro che decidono di affittarla.

A quanto pare le novità non riguarderanno solo l’Imu da pagare in tre rate ma anche tutti coloro che decidono di affittare la propria casa ma non scegliendo l’opzione della cedolare secca. Per loro è previsto l’arrivo di una stangata che servirà a pagare il nuodo decreto legge sul lavoro. In particolare, si tratta della riduzione dal 15 al 5% dello sconto forfait che oggi viene effettuato a tutti coloro che dichiarano  con l’Irpef i redditi derivanti dalla locazione di immobili.

L’imponibile su cui si paga l’imposta aumenterà di 10 punti percentuali e tutti coloro che affittano la casa avranno solo una riduzione del 5% della base di calcolo per l’Irpef sugli affitti se si effettuano senza optare per la cedolare secca. Le polemiche sono inevitabili visto che si colpisce un settore, quello degli immobibili, comuneuq già in ginocchio a causa della crisi. Se non toccherà agli inquilini accollarsi l’aumento (pari quasi ad una mensilità di affitto) sarà il proprietario a doverci rinunciare e questo insieme all’arrivo dell’Imu lasciano poco spazio a “sogni di gloria”.