Lavorare in Svizzera, chi assume e quanto si guadagna?

0
812

La Svizzera è un po’ la terra promessa per molti lavoratori italiani: si dice che si guadagnino cifre da far girare la testa e che il lavoratore sia molto più tutelato rispetto a quel che accade in altri paesi. Ma è tutto vero? Le ultime segnalazioni importanti, con offerte di lavoro in Svizzera, arrivano dalla Swatch (CLICCA QUI per inviare il tuo CV) oppure da Burger King (CLICCA QUI per inviare il tuo CV)

Tanto per cominciare, per  lavorare in Svizzera c’è necessità di un permesso di dimora e di un permesso di lavoro. Solo a quel punto  un Italiano, meglio se qualificato e con in mano una professione, avrà qualche possibilità di lavorare in Svizzera.

Quel che è importante capire è che la regione è divisa in una marea di cantoni, all’interno dei quali stipendi, lavoratori richiesti e condizioni occupazionali variano e anche di tanto. Detto questo, per scoprire quali sono le aziende che assumono in quel determinato momento, è possibile affidarsi alle agenzie di lavoro che in Svizzera svolgono sostanzialmente il medesimo ruolo svolto in Italia. Per dare uno sguardo ad una selezione di agenzie svizzere, visita questo link.

Le tipologie di profili ricercate in Svizzera sono davvero varie. Si va dal dottore all’orafo, dall’apprendista vendita, al call center agent. Si cercano anche ingegneri, capi vendita, e saldatori o responsabili bilancio. Insomma le aziende che assumono in questo settembre 2012 e per fartene un’idea puoi dare uno sguardo a questa pagina o a questa.

Detto questo parliamo di stipendi. Sono davvero superiori rispetto a quelli italiani? Sembrerebbe proprio di sì, specie se si sceglie di vivere e lavorare a Zurigo e Ginevra. Poco importa se il lavoro sia qualificato o meno: fin dal 2001 si stimava che un nucleo familiare svizzero percepiva entrate per 5700 euro circa. Naturalmente non è tutto oro quel che luccica: come accennato in precedenza cantone che vai, salario che trovi, per il quale si riscontrano notevoli cambiamenti anche in base, come è ovvio che sia, alla professionalità di cui si è in possesso. Anche il costo della vita in Svizzera è nettamente più alto, ma vige un gratificante sistema di meritocrazia che non pare aver ancora appianato le differenze salariali esistenti fra donne e uomini.

Per farti un’idea degli stipendi standard svizzeri, previsti dall’unione sindacale, puoi visionare il calcolatore salariale online ideato per italiani e non solo che stanno pensando seriamente di lavorare in Svizzera.

Altre offerte di lavoro, nello specifico localizzate nella Svizzera Italiana, potete trovarle da questo link https://www.worky.biz/21760/lavorare-in-svizzera-italiana-le-offerte-di-lavoro.html

Lascia un commento