Incentivi all’esodo e pensione anticipata, ecco le novità Fornero

0
114

Esodati? Presto la platea dei pensionati in anticipo potrebbe andare a crescere visto che sono pronti, o almeno se spera, nuovi incentivi per l’esodo e la pensione anticipata.

In un periodo in cui al centro dell’attenzione ci sono ancora gli esodati la nuova Riforma del Lavoro introdurrà un incentivo all’esodo e alla pensione anticipata per tutti quelli che presto arriveranno ad avere i requisiti utili per avere l’assegno previdenziale. In particolare, la norma riguarda le aziende che hanno pi di 15 dipendenti e che sottoscrivono degli accordi che prevedano piani di esubero pattuiti con i sindacati e che riguardano i lavoratori più anziani.

Per quanto riguarda i lavoratori, la norma riguarda coloro che nei 4 anni successivi all’uscita dal posto di lavoro matureranno i requisiti per la pensione.

In cambio dell’uscita dal posto di lavoro, il datore di lavoro si impegna a corrispondere all’INPS la contribuzione almeno fino a che il lavoratore non avrà ottenuto il raggiungimento dei requisiti minimi per il pensionamento e sarà proprio l’ Istituto a definire la cifra dovuta. Il datore di lavoro dovrà versare all’Inps una contribuzione figurativa.

La nuova Riforma del Lavoro prevede, in caso di inadempimento mensile, che “l’INPS possa non erogare le prestazioni”.