Agevolazioni per famiglie bisognose

0
126

micro-creditoAnche la Regione Sicilia varia delle iniziative a sostegno delle famiglie in difficoltà, ricorrendo al microcredito. Lo prevede un decreto dell’Assessorato Regionale all’Economia che istituisce un Fondo etico di microcredito da concedere alle famiglie per coprire spese relative a motivi di studio, lavoro o di salute.

L’iniziativa nasce dalla necessità di ridurre  il ricorso all’usura da parte dei nuclei familiari meno abbienti che non possono facilmente accedere al credito bancario.

Il Fondo siciliano, che sarà un fondo di garanzia,  avrà una dotazione iniziale di 12 mila euro. Ogni microcredito concesso non potrà superare i 6 mila euro.

I beneficiari possono richiedere più microcrediti successivi, purchè l’importo cumulato non superi i 25 mila euro. Per microcredito si intendono, infatti, dei prestiti personali non superiori a questa somma.

Attraverso la stipula di apposite convenzioni,  il Fondo sarà curato da un ente gestore, individuato con bando pubblico, e sarà erogato da istituti bancari.

La procedura di erogazione del prestito tra gestore e finanziatore e le relative comunicazioni si svolgeranno per via telematica. Il microcredito siciliano è un prestito erogato a condizioni agevolate che riguardano in primo luogo la garanzia: coperta dalla Regione per l’80% dell’importo richiesto.

Il tasso di interesse annuo effettivo globale ( Taeg) applicato, inoltre, non potrà superare il tasso effettivo globale medio ( TEGM) sui prestiti personali, decurtato del 50%.

Il Fondo potrà essere alimentato da donazioni, lasciti e contribuzioni volontarie, da parte di imprese, privati ed organizzazioni no – profit o da stanziamenti deliberati da enti pubblici nazionali e territoriali, enti privati ed organizzazioni senza fine di lucro.

Fonte immagine: prestitimutui24.com