Licenziamento Dipendenti pubblici e taglio delle Province, ecco come risparmia il Governo

0
304

Ecco arrivare il momento clou in attesa del vertice europeo di fine mese che potrebbe fare il bello e il cattivo tempo in Europa e per l’euro.

Proprio in occasione del vertice arriva l’approvazione del decreto tagli che metterà in atto un risparmio di circa cinque miliardi per l’anno in corso e di 12 e poi 13 miliardi per il prossimo biennio.  Potrebbe essere questa la chiave di volta per scongiurare l’aumento di quattro punti dell’Iva?

Speriamo di sì, almeno secondo il Governo potrebbe essere la strada giusta. Le operazioni, programmate dal ministro Bondi, prevedono tagli all’ acquisto di beni e servizi nella pubblica amministrazione, tagli dei ministeri e una morsa per i dipendenti pubblici. In particolare, è previsto un taglio del 20% dei dirigenti e del 10% dei dipendenti che andranno incontro ad un pensionamento obbligatorio o all’esonero dal servizio per chi è in esubero oppure blocco del turn over.

I tagli riguarderanno anche le province che andranno incontro all’abolizione se non copriranno una superficie di almeno 3.000 chilometri quadrati e una popolazione superiore a 350 mila abitanti. Il taglio potrebbe riguardare la metà delle province che da 107 passerebbero a 54.

Lascia un commento