Libertà digitale vs stipendio

0
274


A questo punto dovremmo averlo capito tutti: il digitale e la comunicazione web ci è entrata nel sangue, meglio ancora fa parte della vita delle nuove generazioni under 30. Questo è sempre più palese se si osservano atteggiamenti, commenti, condivisioni esasperate, e necessità di contatto con la rete perenne.

Ma se ancora non ne siete convinti, vi stupirà scoprire che i giovani under 30 prendono decisioni in merito alla propria vita professionale tenendo in considerazione la libertà digitale di cui disporranno.

I dati parlano chiaro: 6 su 10 rifiuterebbero un’offerta lavorativa qualora l’impresa non fosse capace di offrire un’ampia libertà digitale, bandendo ad esempio l’utilizzo, in luogo di lavoro, dei social network.

E non sorprende la scelta, per lo meno verbale, di 1/3 degli intervistati di ridurre il proprio stipendio per ottenere maggiore flessibilità di orari lavorativi o meglio ancora la possibilità di lavorare da remoto.

La ricerca CISCO

L’indagine è quella della Cisco che analizza le nuove generazioni e mostra molto chiaramente quelle che probabilmente saranno le nuove tendenze del mercato del lavoro digitale: si prospetta l’idea di un lavoratore libero, che non necessariamente deve stare intrappolato in ufficio, e che abbia una buona disponibilità dei mezzi digitali. Poco interessa se questi “vantaggi” verranno pagati con diminuzioni di stipendio.

A convalidare l’efficacia della ricerca The Connected World Technology Report il numero di partecipanti. Sono stati coinvolti infatti ben 3 mila giovani provenienti da ogni angolo del mondo con formazioni fra le più variegate.

I risultati made in Italy

Il digitale diventa requisito fondamentale soprattutto per i giovani italiani, tanto che il 23% dei giovani studenti con meno di 24 anni affermano che sia uno degli elementi fondamentali per accettare o rifiutare un impiego offerto.

Ancora più interessante ricordare che il 45% degli intervistati italiani ammette che lo stipendio non sia l’elemento più importante da tenere in considerazione durante la scelta del proprio lavoro. Questi risultati sono sostanzialmente mantenuti invariati quando si intervistano professionisti italiani, già inseriti in ambiti lavorativi. Il concetto di base è sempre lo stesso: meglio la libertà che lo stipendio.

Link Utili

La ricerca Cisco: http://www.cisco.com/en/US/netsol/ns1120/index.html

L’infografica: http://www.cisco.com/assets/sol/ent/business_trend/borderless/ccwtr/CWRTR-infographic.png