Zona Franca, prima realtà Senza Iva in Sardegna

0
127

La Zona Franca tanto attesa in Sardegna sembra voglia prendere avvio proprio dal suo capoluogo Cagliari. Nel Porto canale di Cagliari, area identificata per tale progetto, si dovrebbe realizzare la zona franca che consentirà vantaggi fiscali con merci provenienti da località di tutto il mondo, vicine, lontane ed extra Europee.

La realizzazione di questo ambizioso progetto di cui vi andremmo a parlare riuscirebbe a raggiungere diversi obiettivi, quali quello di aumentare il commercio internazionale, diminuire la disoccupazione in Sardegna e consentire un rapido sviluppo economico. Questo progetto riuscirebbe a toccare molti settori dell’economia isolana, quali l’edilizia, i trasporti, il commercio e tanti altri, si avvierebbe un vero motore di ripresa economica in tutta l’isola visto l’alto tasso di disoccupazione presente.

Questo progetto ha già ben definiti sia i tempi sia i costi di realizzazione, oltre che l’area interessata, uno spazio di sei ettari accanto alla Contship, la multinazionale italotedesca che si occupa del trasporto container, al porto canale di Cagliari. In quest’area davanti al mare saranno delimitati due varchi uno in entrata e uno in uscita e nella terraferma saranno costruite due palazzine di circa centoventi metri quadri ciascuna che saranno adibite al lavoro degli operatori e della sicurezza in quanto l’area sarà controllata con telecamere fisse e mobili vista la delicatezza delle operazioni.

Il costo di questo progetto si aggira intorno ai novecento mila euro, di cui duecentocinquanta mila interesseranno la realizzazione delle palazzine e centotrenta mila riguarderanno le dotazioni di telecontrollo necessarie per la sicurezza.

Queste notizie si apprendono direttamente dal Piergiorgio Massidda, presidente dell’Autorità Portuale nel corso del convegno organizzato da Confindustria a cui era presente anche Giorgio Squinzi.

Fonte: Unionesarda.it