Work experience in Campania per disoccupati

0
132

p1j5a9s1

Alla fine di ottobre sui siti istituzionali campani veniva pubblicizzato il via libera della Regione a 2000 borse di studio per disoccupati. Tutto nell’annuncio faceva pensare che fosse un progetto in via di attuazione e così molti giovani disoccupati speranzosi si sono messi in contatto con l’amministrazione per chiedere maggiori informazioni su come presentare la propria candidatura.

Sono venuti così a sapere che l’annuncio si riferiva a progetti già presentati e per i quali le aziende già avevano individuato i partecipanti!
Attraverso il programma di work experience, le aziende campane hanno selezionato disoccupati tra i 18 e 32 anni residenti in Campania, i quali effettueranno un’esperienza lavorativa nelle aziende che aderiscono all’iniziativa.

Le borse lavoro, della durata di 12 mesi, ammonteranno a 400  euro mensili per i lavoratori con licenza media e diplomati e 500 euro mensili per i lavoratori laureati, a fronte di un impegno lavorativo di 20 ore settimanali. Alle imprese che al termine del periodo di work experience, assumano il borsista con un contratto a tempo indeterminato, sarà dato un contributo economico.

La selezione dei beneficiari è stata portata a termine dalle aziende partecipanti, con le modalità tipiche di ricerca del personale.

Quello che è propagandato come un aiuto per i giovani, in realtà, a giudicare dai molti commenti negativi, è stato un aiuto per le aziende che hanno scelto i borsisti senza garanzie sufficienti di trasparenza e che avranno per un anno manodopera gratuita.