Unicredit: accordo con i sindacati sugli esuberi

0
69

emiSono 7200 gli esuberi totali che ha previsto UniCredit, dopo la fusione che vedrà la nascita di Banca Unica.

Il gruppo però ha già comunicato che il numero scenderà a 4.700 grazie al riassorbimento di circa 2.500 dipendenti con altri strumenti come la “mobilità mansionistica e o territoriale”. I docmenti consegnati alle banche e ai sindacati evidanziano che le uscite saranno nell’ ordine delle 7200 unità, di cui 5100 dal cosiddetto Bancone, 700 delle aree fuori perimetro e 1400 dalle strutture di governo. Fabrizio Palenzona, vicepresidente di Unicredit ha dichiarato: “Non siamo mica matti”, riferendosi alle voci che prevedevano un numero più elevato di esuberi.

Intanto le fonti sindacali, con numeri alla mano, ricordano che ora si dovranno individuare i 4100 lavoratori del gruppo di Piazza Cordusio.