Trovare lavoro: alla scoperta di Linkedin

0
108

Riprendiamo in mano il discorso “trovare lavoro”, che poi è un po’ come dire trovare un tesoro. Seppure estate, la ricerca, per i più motivati non conosce pausa. Potrebbe essere comodo però, con questo caldo, puntare sulla ricerca online non tanto assecondando il caro vecchio Facebook, ma affacciandosi sull’insolito mondi Linkedin. Eh già, perché per quanto negli Stati Uniti si tratti di una piattaforma a cinque stelle per chi desidera trovare lavoro ed interagire con le aziende, in Italia ancora non ha preso il volo.

Ecco qualche consiglio per tutti quelli che hanno il proprio profilo Linkedin, ma ancora non sanno bene che farsene.

Rendere pubblico il proprio profilo

E’ uno dei primi punti da sottolineare. Spesso ci si dimentica di aprire le porte del proprio curriculum online a chi vorrebbe visitarlo, creando un profilo privato. Per cambiare l’impostazione sarà sufficiente visitare la sezione Profilo e Modifica Profilo. A questo punto, grazie all’URL messa a disposizione, potreste diffondere e condividere la vostra pagina Linkedin con grande semplicità.

L’importanza dei gruppi

Per trovare lavoro è fondamentale socializzare e per socializzare sarà necessario che facciate parte di qualche gruppo. Il massimo di gruppi a cui è possibile iscriversi è di 50 e grazie alla vostra partecipazione potrete creare una rete di contatti davvero interessante, che in termini di lavoro si traduce in grandi possibilità d’incontro. Partecipare alle discussioni vi aiuterà naturalmente a mettervi in vetrina magari facendovi notare dall’azienda dei vostri sogni.

Twitter

Scegliete di linkare su Linkedin solamente i tweet coerenti con il vostro profilo, e dunque importanti da un punto di vista professionale. E’ d’altronde quello che interessa alle aziende.

La vostra pagina aziendale

E’ importante sia ben curata. Potrete pur avere un ottimo curriculum, ma se al vostro profilo manca la foto e una descrizione accattivante, è probabile che verrete scartati immediatamente. Ecco perché a chiunque possieda un’azienda consigliamo di creare una pagina dedicata nella quale presentarla.

La parola vincente quando si parla di Linkedin resta sempre partecipazione. Ricordatevi che prima di chiedere è d’obbligo dare.