Toscana: firmato accordo per risorse cassa integrazione

0
64

soldiGianfranco Simoncini, assessore regionale al Lavoro e alle Attività produttive, ha firmato ieri con il sottosegreatio al Lavoro, Pasquale Viespoli, un accordo che permette l’arrivo in Toscana di risorse per la cassa integrazione.

Ciò consentirà “di fare fronte alle richieste di cassa integrazione per i prossimi tre mesi, continuando così nel sostegno ai redditi dei lavoratori colpiti dalla crisi. Da parte del governo, abbiamo inoltre avuto la disponibilità a un’integrazione nel caso, purtroppo prevedibile, di un ulteriore fabbisogno”.

La situazione sembra al quanto critica, in un settore industriale come quello tessile soprattutto concentrato in Toscana e nel distretto di Prato, dal 4 maggio 2009 alla fine di aprile di quest’anno, sono arrivate 12.312 domande per un totale di 178 milioni di euro, per la cassa in deroga sono stati stanziati 110 milioni di euro, 100 milioni di fondi nazionali e 10 con fondi Fse. Se la situazione non migliorerà si prospetta che possano arrivare altre 9.000 richieste per un costo previsto di 175mila euro.

Nel prossimo incontro, giovedì 20 maggio alle 16.00, sarà discusso il problema di Prato, al quale parteciperanno anche Provincia e Comune e avrà al centro la questione delle risorse necessarie per finanziare la mobilità in deroga per coloro che hanno già esaurito gli altri ammortizzatori, in via sperimentale.