Tods: in programma 100 nuove assunzioni nelle Marche

0
389
Tods
fonte: flickr

Per chiunque fosse interessato a lavorare nel settore delle scarpe e degli accessori di lusso, Tod’s ha in programma delle nuove assunzioni. Precisamente la nuova opportunità lavorativa riguarda gli stabilimenti situati nelle Marche.

TODS: 100 ASSUNZIONI 

Le sedi interessate a questo programma di incremento di personale sono Tolentino, Sant’Elpidio a Mare, Comunanza ed Arquata. Il Gruppo ha in programma l’assunzione di 100 nuovi dipendenti.

Dopo un biennio difficile dovuto all’avvento del Covid-19, l’azienda di Diego della Valle è riuscita a riprendersi e a dare il via a programmi di incremento del personale, rispondendo così ad una serie di obiettivi. Con queste nuove assunzioni, infatti, da una parte si attua un ricambio generazionale dei dipendenti, dall’altra si sostiene l’identità marchigiana nel settore della moda.

Quest’opportunità lavorativa è rivolta in particolar modo ai giovani del territorio, quindi anche a coloro che non sono in possesso di alcuna esperienza maturata nel settore.

PROFILI RICERCATI 

Come detto in precedenza, le assunzioni sono rivolte a giovani di età compresa dai 18 ai 35 anni. Il nuovo personale verrà impiegato per la produzione di articoli di pelletteria e calzature. Una volta assunti, i nuovi dipendenti dovranno seguire percorsi formativi interni all’azienda.

COME CANDIDARSI

Per chi fosse interessato a questa opportunità di lavoro, è possibile candidarsi attraverso il sito di Tod’s. Nella sezione “Lavora con noi”, è possibile prendere visione di tutte le posizioni attualmente aperte. Una volta trovata l’offerta di proprio interesse, ci si potrà candidare tramite l’apposito form e con la presentazione del proprio cv.

ALTRE OFFERTE – LINDT: NUOVE ASSUNZIONI IN PROVINCIA DI VARESE

Per chi volesse lavorare nel settore della produzione e vendita di prodotti dolciari e di cioccolato di alta qualità, Lindt sta effettuando delle nuove selezioni. Tali opportunità lavorative riguardano sia le sedi estere che italiane, in quest’ultimo caso in particolar modo la sede di Induno Olona (Varese).