Terni: autorità del territorio unite contro la Lyondell Basell

0
105

terniLa Regione Umbria, la Provincia e il Comune di Terni hanno deciso di intraprendere ogni iniziativa per mantenere dell’impanto dello stabilimento di Terni, anche se l’azienda Lyondell Basell ha chiuso il dialogo al tavolo ministeriali per una risoluzione.

IN una nota congiunta il presidente della Regione, Catiuscia Marini, il presidente della Provincia di Terni, Feliciano Polli, e il sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo. Marini, Polli e Di Girolamo, hanno sottolineati che “restano, quindi, fortemente impegnati affinche’ venga mantenuta l’attivita’ produttiva nello stabilimento con la conseguente salvaguardia dei posti di lavoro”.

Durantequesto periodo di crisi il territorio non può permettersi anche la perdita del polo chimico ternano, è con questa motivazione che le autorità locali stanno cercando di portare a casa un accordo bilaterale che possa evitare la chiusura e la conseguente perdita di posti di lavoro. Per questo motivo  sosteneranno un’azione incisiva nei confronti della multinazionale, che potrebbe successivamente decidere di fare lo stesso con gli altri impianti italiani di sua proprieta’.