Termini Imerese, sciopero e assemblea per smuovere Dr motor

0
268

Siamo al quarto giorno consecutivo di sciopero per gli operai dello stabilimento Fiat di Termini Imerese e per dell’ indotto.

Anche oggi sarà una giornata di alta tensione fatta di assemblee e scioperi in attesa che qualcosa si muovi, che qualcuno parli. Le tute blu sono in presidio davanti al cancello già da circa mezz’ora e con loro anche le segreterie nazionali e provinciali di Fiom, Fim e Uilm. Intanto il Ministero dello Sviluppo Economico ha preso visione del piano della Dr Motor che prevede un investimento da 110 milioni per rilanciare la fabbrica che sarà in funzione fino a fine anno, per un totale di 1312 posti di lavoro entro il 2016 quando tutto sarà a regime, ovvero con 60mila vetture prodotte e 4 diversi modelli.

Lunedì prossimo Di Risio e i sindacati si incontreranno di nuovo se l’assemblea darà il via libera a proseguire mentre l’ imprenditore sarà in Sicilia per constatare quanti e quali rapporti possano proseguire per l’ indotto. Una mano arriva anche dalla Regione che per l’ infrastruttura dell’ area metterà avanti 150 milioni di euro.

Lascia un commento