Termini Imerese, la Fiat cede sulle pensioni. Accordo vicino

0
58

E’ ancora guerra tra sindacati, lavoratori e Fiat sulla questione di Termini Imerese.

Mentre i lavoratori si incatenano davanti all’ azienda, Dr Motor si impegna a dare le stesse garanzie della Fiat che intanto dice sì agli incentivi. La Fiom si è detta disponibile ad un accorso su Termini Imerese solo se il Lingotto si sarebbe fatto carico dell’ accompagnamento alla pensione per i lavoratori che ne hanno i requisiti e così da Torino è arrivata una risposta positiva.

Sembra infatti che Fiat abbia deciso di integrare l’assegno mensile dell’Inps con ulteriori 500 euro così da mantenere il livello di reddito attuale fino all’ età pensionabile.

Maurizio Landini, segretario generale della Fiom, ha fatto sapere: “Alla Fiat chiediamo di farsi carico, visto che si parla di parecchie centinaia di lavoratori che potrebbero essere vicini alla pensione per eta’ e contributi, di trovare una soluzione complessiva per questi lavoratori accompagnandoli all’uscita. Se queste condizioni si determinano al tavolo di trattativa , pur non essendo d’accordo con Fiat sulla scelta di chiudere Termini, noi abbiamo il mandato dei lavoratori a chiudere l’intesa”.