Taglio Irpef, Monti fa un passo indietro

0
91

A quanto pare non c’è niente da fare per noi poveri contribuenti italiani. Il neo premier Mario Monti ha fatto un passo indietro nella crociata verso il taglio dell’Irpef e così gli italiani possono mettere una pietra sopra al sogno di risparmiare sulle tasse.

Non è questo il momento di mollare la presa sul rigore dei conti pubblici. Questa è la spiegazione, in parole povere, di quello che ha spinto il premier a tornare sui suoi passi sulla riduzione del peso del fisco decisamente “eccessivo”.

Arriva così la smentita ufficiale sulla presunta riduzione dell’Irpef annunciata dalla stampa che parlava addirittura dello studio di un dossier sul quale sarebbe stato impegnato il Governo. Questo è il prezzo da pagare, almeno al momento, per il mancato aumento Iva o presunto tale.

Monti, in una nota di smentita arrivata il giorno dopo Ferragosto, ha spiegato che “il carico fiscale sulle persone fisiche e sulle imprese in Italia è senz’altro eccessivo, ma in questo momento l’attenzione per il riequilibrio della finanza pubblica non può essere allentata”.