Sicurezza sul lavoro: quali sono i corsi per i dipendenti?

0
314

Il tema della sicurezza sul lavoro riveste un ruolo rilevante per le aziende. Infatti, è importante garantire ai propri dipendenti un ambiente di lavoro sicuro e provvedere al loro benessere durante lo svolgimento delle loro mansioni. Inoltre, il Decreto Legislativo 81/08 stabilisce, al primo comma dell’articolo 37, l’obbligo del datore di lavoro di formare i lavoratori in materia di salute e sicurezza. Questa formazione permette ai dipendenti di acquisire le competenze necessarie per prevenire incidenti, ridurre i rischi per la propria salute e quella dei colleghi e di imparare a gestire le situazioni di emergenza. Per tutte queste motivazioni, se si ha un’azienda nel Lazio, è necessario ricercare dei corsi per la sicurezza sul lavoro a Roma o in città limitrofe.

Cosa prevede la legge?

La normativa vigente in tema di sicurezza sul lavoro, in particolare l’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 e l’Art. 36/37 del D.Lgs 81/08 stabilisce le linee guida per la formazione dei dipendenti. Secondo tali disposizioni, il percorso formativo deve essere completato entro 60 giorni dall’assunzione del dipendente, anche se è preferibile effettuare la formazione prima dell’inserimento effettivo del lavoratore all’interno dell’ambiente di lavoro. Inoltre, la formazione è necessaria in caso di cambiamento delle mansioni svolte dal dipendente nell’azienda, e va erogata anche quando nell’azienda vengono introdotte innovazioni tecnologiche o nuovi macchinari. La legge prevede, inoltre, che il corso di formazione debba essere svolto dal dipendente durante gli orari di lavoro, e preferibilmente presso l’azienda stessa. Laddove previsto, però, è consentito attivare dei corsi a distanza, in modalità telematica.

Quali sono i corsi per i dipendenti?

I corsi sulla sicurezza sul lavoro che i dipendenti devono seguire vengono suddivisi in due parti. Entrambi i moduli hanno una validità di cinque anni, e al termine di questo periodo è necessario provvedere ai corsi di aggiornamento per garantire ai lavoratori di conoscere tutte le novità sul tema. In ogni caso, i moduli sono:

  • Formazione generale: è un corso della durata di 4 ore, focalizzato sui concetti generali in tema di sicurezza (come ad esempio il concetto di danno, le pratiche di prevenzione dei rischi nell’ambiente lavorativo, i ruoli di responsabilità dei soggetti preposti al controllo della sicurezza sul lavoro, le possibili sanzioni in caso di inosservanza delle norme vigenti, ecc.). Questo modulo è uguale per tutti i dipendenti di ogni settore produttivo;
  • Formazione specifica: si tratta di un modulo dalla durata differente a seconda della classe di rischio dell’azienda. I dipendenti delle aziende a basso rischio devono seguire un corso di 4 ore, anche in modalità e-learning; per i lavoratori delle aziende a rischio medio, le ore di formazione specifica sono 8 e infine per i dipendenti delle aziende ad alto rischio gli obblighi formativi prevedono un corso di 12 ore, non erogabile a distanza ma solo in presenza. Per sapere qual è la classificazione di rischio dell’azienda basta verificare il codice ATECO: per ogni tipologia di attività economica, infatti, la Camera di Commercio prevede un indice di rischio stabilito considerando le statistiche infortunistiche dell’Inail in un determinato settore.