Scrivere una lettera di presentazione efficace

0
63

La lettera di presentazione è il  documento che descrive le caratteristiche generali del candidato e che in genere accompagna il CV.  Spesso è proprio la lettera a colpire l’interesse del selezionatore e a spingerlo a contattare il candidato per un colloquio.

Per ottenere questo risultato è utile conoscere alcune piccole strategie  che possono  trasformare la lettera in un vero e proprio passaporto per ottenere un lavoro. Intanto la lettera di presentazione va accompagnata al CV solo se richiesto dall’azienda stessa nel momento in cui  rende nota l’offerta di lavoro.

Se la lettera non è richiesta, si può optare per una breve email di presentazione nel momento in cui la si invia con il curriculum in allegato. La seconda strategia è la correttezza sintattica e grammaticale, mentre la terza è il tono che deve essere informale e in grado di catturare l’interesse del selezionatore.

Altre dritte da non dimenticare, durante la stesura della lettera, sono la concisione e la brevità: poche semplici parole per suscitare la curiosità di chi legge aiutano a non annoiarlo e a formarsi un’idea positiva del candidato. La lettera può iniziare  introducendo il proprio profilo professionale e gli anni di esperienza per poi proseguire con un discorso più generico rispetto al CV che si realizza solo con una elencazione di esperienze di studio e di lavoro.

Nella lettera, infatti, parlerete di voi evidenziando alcune vostre peculiarità o i risultati positivi ottenuti in una precedente esperienza lavorativa. Potrete anche indicare alcune caratteristiche personali come la disponibilità a lavorare nelle ore notturne o nei festivi.

La lettera può anche essere contenuta nello stesso CV o in un foglio a parte. In quest’ultimo caso l’autorizzazione al trattamento dei dati personali va inserita in entrambi i documenti.

 

Fonte immagine: coachlavoro.com