Scrivere un buon curriculum

0
291

Secondo le statistiche, i selezionatori impiegano circa dieci secondi per leggere un curriculum. Che cosa possano capire del candidato in questo brevissimo lasso di tempo, non è facile da capire, ma probabilmente sono abili a “fiutare” il candidato giusto fin dalle prime righe del documento.

Questo dato ci dà anche delle utili indicazioni su come scrivere un curriculum in grado di suscitare l’attenzione del selezionatore. Il curriculum ideale deve essere solo di una pagina. In questa vanno indicati i propri dati anagrafici, il titolo di studio e le esperienze lavorative.

Da segnalare che l’interesse dei selezionatori si concentra sul titolo di studio e sulle ultime esperienze lavorative. Queste due voci del curriculum vanno correttamente evidenziate. In alcuni casi è preferibile invertire l’ordine delle voci del curriculum iniziando proprio dalle ultime esperienze lavorative.

Questa strategia, il più delle volte, riesce anche a procurare dei colloqui di lavoro e delle possibili opportunità di assunzione. Naturalmente questo vale quando si hanno delle significative esperienze di lavoro. Per neodiplomati o neolaureati con poca o nessuna esperienza lavorativa, è meglio evidenziare il titolo di studio e la votazione riportata.

Per i titoli, attenzione a due particolari: la coerenza tra il diploma e la laurea e il tempo che avete impiegato per laurearvi. I selezionatori, infatti, privilegiano i curriculum dei candidati che si sono laureati per tempo, perché ciò, a parer loro, indica impegno e buona volontà.

Fonte immagine: mediterranews.org

Lascia un commento