Salvaguardati, documenti richiesti per la domanda di pensione

0
299

Torniamo a parlare di esodati o meglio di salvaguardati visto che l’Inps ha chiarito alcuni particolari in una nuova circolare.

Presto tutti i lavoratori che rientrano nella platea dei salvaguardati (65mila + 55 mila successivi) riceveranno dall’Inps le lettere con le relative informazioni per ottenere la salvaguardia.

I salvaguardati interessati dall’accordo sono quelli che hanno siglato accordi di mobilità prima del 4 dicembre 2011, quelli in congedo per assistere i figli con disabilità grave e coloro il cui rapporto di lavoro si sia risolto entro il 31 dicembre 2011 in base ad accordi individuali o requisiti anagrafici o contributivi.

Tutti coloro che hanno i requisiti sopra descritti e che non riceveranno la lettera da parte dell’Inps faranno bene a recarsi all’Istituto per far presente la propria situazione. Gli utenti iscritti al sito dell’Inps e che sono in possesso del codice pin possono controllare la propria situazione nella sezione Servizi On Line- Servizi per il cittadino- Fascicolo Previdenziale.

Nella nuova circolare si spiega che i soggetti interessati dovranno produrre apposita istanza alla Direzione territoriale del lavoro competente entro il prossimo 21 novembre all’indirizzo di posta elettronica certificata o tramite raccomandata A/R.

Nella domanda dovranno essere inclusi elementi identificativi del richiedente e dell’azienda, l’individuazione dei requisiti in base ai quali si chiede l’accesso ai benefici e una copia di un documento di identità.

Lascia un commento