Ristorante, perché è importante indossare la divisa in sala?

0
278

La ristorazione è un settore che resta costantemente sotto le luci dei riflettori per tanti motivi. Negli ultimi anni sono sorti tanti locali e se ne sono chiusi altrettanti, in alcuni casi persino famosi e storici, a causa della crisi dovuta alla pandemia e alla conseguente crisi economica.

Il settore, in sé, però, non sembra registrare una crisi vera e propria, quanto una trasformazione, dal classico al moderno, dalla tradizione all’innovazione, dal generale alla specializzazione.

L’interesse verso la gastronomia e il cibo sono notevolmente aumentati nel pubblico, rispetto al passato e anche il loro approccio è cambiato. Ora i consumatori sono più consapevoli e quando entrano al ristorante sono attenti a ogni dettaglio, complice anche l’informazione e i molteplici programmi televisivi di intrattenimento che fanno da guida verso un approccio più critico ed esigente.

Dalla mise en place all’impiattamento, dal servizio al conto, dalla pulizia alla location, senza tralasciare neanche gli abiti da lavoro del personale di sala. Tutto passa al vaglio dei consumatori. Quest’ultimo aspetto, però, sembra essere quello a cui non sempre anche i locali che offrono un servizio medio-alto fanno particolare intenzione.

Quando si pensa alle divise di sala, infatti, molti ritengono che “imporne” una al personale voglia dire adottare un servizio formale e ingessato. In realtà la divisa di sala, da parte degli operatori, è estremamente importante. Scopriamo il perché.

L’occhio vuole la sua parte

Nei locali un po’ più giovani, informali, trendy, si tende a lasciare andare un po’ il discorso relativo alla divisa da lavoro. Lo si fa per non mettere a disagio e far sentire il cliente in un ambiente familiare, amichevole, spesso anche perché sono locali nati proprio da una gestione familiare, come fossero case che aprono al pubblico le porte della propria abitazione.

Per quanto possa essere positivo un approccio così soft, in realtà agli occhi di qualcuno potrebbe essere un sintomo di improvvisazione e lassismo. Il cliente deve poter riconoscere il personale di sala attraverso tratti distintivi di cui l’abbigliamento fa parte. Gli abiti da lavoro, quindi, sono essenziali anche in quei contesti che si propongono la familiarità come mission esperienziale.

L’uniforme conferisce riconoscibilità, identificazione e trasmette un gran senso di pulizia e organizzazione oltre che di attenzione al dettaglio.

Non solo camicia bianca e pantalone nero

Che indossare abiti da lavoro anche al ristorante sia sinonimo di professionalità è assodato, ma questo non vuol dire necessariamente andar vestiti allo stesso modo per tutti.

Ogni locale ha la sua identità e la sua mission da seguire e gli abiti da lavoro devono poterle rappresentare come ogni altra componente visiva.

Così, indossare una divisa di sala non vuol dire necessariamente vestire in modo molto elegante. Può essere anche un abito casual, che, se ben pensato e con i colori giusti, può essere in grado di trasmettere il messaggio identitario del ristorante. Anche colori sgargianti sono ammessi se ricevono il consenso della clientela, anche se preferire colori sobri e linee pulite è sempre preferibile e professionale.