Home Evidenza in homepage Requisiti per Ottenere Indennità di Disoccupazione INPS e Bonus da 80 euro...

Requisiti per Ottenere Indennità di Disoccupazione INPS e Bonus da 80 euro Nel 2017

0
201
Indennità di Disoccupazione

Indennità di Disoccupazione

E’ finita la fase sperimentale dei sussidi quindi chiunque perda il lavoro nel 2017 avrà come unico punto di riferimento la Naspi o Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego, il sussidio di disoccupazione introdotto dal governo col decreto legislativo n. 22/2015.

Dal 1 gennaio è scomparso quindi anche il trattamento speciale edile con il quale l’Inps concedeva un’indennità di disoccupazione ai lavoratori del settore dell’edilizia i quali per motivi stagionali e meteorologici si trovavano spesso a dover stare fermi col lavoro, da ora dovranno rientrare nei requisiti della Naspi, cioè è destinata a coloro che hanno perso il lavoro, a condizione di aver maturato 13 settimane di contribuzione negli ultimi 48 mesi e di aver accumulato almeno 30 giorni di lavoro nell’anno precedente, riceve un sussidio per un periodo massimo di 24 mesi.

Inoltre sono state introdotte delle sanzioni per coloro che che violano le prescrizioni utili al beneficio dello stesso come ad esempio

  • Che si decurti di un quarto di una mensilità alla prima assenza, dell’intera mensilitàalla seconda assenza e la decadenza dalla prestazione alla terza assenza dai servizi personalizzati riservati ai disoccupato ed agli incontri volti al rafforzamento delle competenze per la ricerca di lavoro.
  • Che si decurti di una mensilità alla prima assenza e la decadenza dalla prestazione alla seconda assenza alle iniziative di riqualificazione e alle previste attività di pubblica utilità;
  • Che il lavoratore decada immediatamente dalla prestazione contributiva in caso di mancata accettazione di un’offerta di lavoro.

E precisa inoltre che:

  • le sanzioni per chi non rispetti i termini di concessione della Naspi decorrono dal giorno successivo a quello dell’evento sanzionato;
  • la decurtazione delle prestazioni Naspi comporta anche il mancato accredito della contribuzione figurativa;
  • in caso di decurtazione del sussidio, qualora il residuo della prestazione spettante sia di durata inferiore alla sanzione, si procederà alla decurtazione nei limiti delle giornate residue;
  • qualora le sanzioni siano comunicate all’Inps in data successiva al termine della prestazione Naspi, il lavoratore dovrà restituire l’importo delle giornate di prestazione indebitamente erogate.

Per maggior informazioni è possibile leggere la circolare n° 224 del 15/12/2016

Il nuovo sussidio dura massimo 24 mesi ed è pari alla metà delle settimane lavorate nei 4 anni precedenti la data in cui si perde il lavoro. L’importo erogato è pari al 75% dello stipendio utile ai fini contributivi calcolato sulla media delle retribuzioni sempre del quadriennio. Il massimo che l’INPS paga di Naspi è di 1.300 euro, ma l’importo scende del 3% al mese a partire dal 4° mese di incasso dell’indennità.

Un’altra novità è il Bonus Renzi di 80 euro che verrà erogato a coloro che spetta anche in caso di disoccupazione; non è necessario farne domanda perché viene erogato automaticamente insieme alle mensilità, dopo che l’Inps avrà controllato le somme che il lavoratore percepisce come ammortizzatore sociale, quanto percepiva di stipendio e se e come era stato erogato il bonus dal proprio datore di lavoro.