Un milione di nuovi posti di lavoro in Germania, anche per italiani

0
276

In Germania gli italiani vengono assunti volentieri e per il 2013 si calcola che ci siano posti di lavoro per 1 milione di persone, tra le varie figure professionali  i più richiesti sono ingegneri, artigiani, infermieri e programmatori.

Nonostante da ottobre 2012 la produzione industriale tedesca sia in leggero ribasso, il Centro Europa continua ad essere meta di giovani italiani in cerca di lavoro.

Peter Barnefske, direttore della Phoenix Gir di Monaco di Baviera, società leader nella selezione di personale dichiara “Le aziende tedesche hanno sempre interesse ad assumere italiani perché consideranti grandi lavoratori” continua “Hanno la reputazione di essere intelligenti, svegli e con ottime prospettive di carriera”.

Secondo stime ufficiali nel 2013, saranno impiegati 1 milione di lavoratori. Una cinquantina le categorie professionali interessate, da quelle che richiedono un titolo di studio specifico tipo ingegneri meccanici, programmatori informati, medici specializzati e infermieri ad altre artigianali tipo elettricisti, saldatori, falegnami, operatori turistici e personale alberghiero.

Offerte di lavoro che potrebbero interessarti:

– Offerte di lavoro all’estero con vitto ed alloggio pagato CLICCA QUI

– 281 posti di lavoro per insegnanti di italiano all’estero CLICCA QUI

– 700 posti di lavoro all’ONU ed all’Estero. Ecco tutto CLICCA QUI

Barnefske afferma che “ A chi ha un titolo di studio accademico e un’ esperienza lavorativa maturata anche durante uno stage, viene offerto di solito un contratto di almeno 6 mesi. Sicuramente una buona conoscenza del tedesco è un requisito importante ma non è assolutamente indispensabile perché è noto che la lingua tedesca è molto difficile da apprendere”, infatti il direttore della Phoenix Gir ribadisce “Ai candidati suggeriamo di iniziare con lezioni online. Con circa 80-120 ore di studio si acquista una conoscenza base. La maggior parte delle aziende richiede un livello minimo di conoscenza A2 (capacità di esprimersi in contesti quotidiani). Nessuno si aspetta, in sede di colloquio, una padronanza perfetta della lingua”.

La Germania a molti sembra la scelta giusta, visti gli stipendi più alti, condizioni contrattuali più stabili e un costo della vita inferiore.