Quanto Guadagna un Pasticciere in Italia?

0
105
Quanto-guadagna-un-pasticciere
Fonte Pixabay

Se sei rimasto meravigliato dalle creazioni dei grandi pasticcieri italiani in televisione o direttamente in qualche vetrina dei loro locali e ti sei appassionato all’arte della pasticcieria tanto da volerti cimentare, sei nel posto giusto. Ultimamente il mestiere del pasticciere va molto di moda e pur trattandosi di una professione in cui il lavoro e il sacrificio sono tanti, dal punto di vista economico i benefici non mancano. 

Effettivamente, in molti si chiedono quanto guadagna un pasticciere in Italia. La risposta a questa domanda dipende da molti fattori. Possiamo subito dire in linea di massima che un pasticciere percepisce in media dai 1.400 ai 2.400 euro. Tali cifre variano, ovviamente, in base sia agli anni di esperienza che dal luogo di lavoro. Diverso è lo stipendio di uno stagista appena entrato in un laboratorio di pasticceria che guadagna tra i 660 e i 900 euro e quello di un pasticciere con molti anni di carriera che può arrivare a percepire 2.430 euro al mese. Nel mezzo, ci sono vari step intermedi: subito dopo l’apprendista c’è il livello dell’aiuto pasticciere con uno stipendio che si aggira intorno ai 1.200 euro al mese.

Senza dubbio, come dicevamo in precedenza, c’è da considerare anche la variabile del luogo di lavoro: diverso è infatti lavorare in un normale negozio di quartiere rispetto che in una nave da crociera. In tal caso, i pasticcieri che esercitano la loro professione in maniera itinerante su una crociera possono guadagnare anche 2.100 euro al mese.

Vediamo nel dettaglio quali punti analizzeremo in quest’articolo:

  • Quante ore lavora un pasticciere?
  • Come diventare pasticciere?
  • Il miglior corso online per diventare pasticciere: Mia Accademy
  • Quanto guadagna un pasticciere in Italia: conclusioni

QUANTE ORE LAVORA UN PASTICCIERE?

A tutti piace entrare anche di buon mattino in una pasticcieria e trovare la vetrina piena di dolci, torte, brioche e chi più ne ha più ne metta. Ovviamente, dietro tutto questo lavoro c’è una preparazione meticolosa che impone ai dipendenti di una pasticceria di osservare degli orari di lavoro abbastanza pesanti per poter essere in linea e poter soddisfare i primi avventori già intorno alle 8 del mattino (gli orari di apertura di una pasticceria al pubblico variano poi sia dalla zona della città che da Nord a Sud).

Pertanto, un pasticciere inizia a lavorare in media tra le 5 e le 6 del mattino, per poter avere almeno 2 o 3 ore davanti a sé di lavoro ma soprattutto per cuocere gli eventuali prodotti da forno o da frittura. L’orario di fine del turno è molto variabile, ma possiamo affermare che oscilla tra le 15:00 e le 16:00 del pomeriggio. Tutt’altra questione se il pasticciere è anche il titolare dell’attività e quindi può arrivare a rimanere nel negozio durante tutto l’orario di apertura per controllare o gestire gli altri lavoratori. Facilmente, dunque, un pasticciere lavora dalle 8 alle 12 ore al giorno.

COME DIVENTARE PASTICCIERE?

Come-diventare-pasticciere-professionista
Fonte Piqsels

Come per qualsiasi altro lavoro, nella pasticceria è fondamentale la pratica. Effettuare uno stage in un laboratorio di pasticceria dà la possibilità allo stagista di osservare da vicino tutti i compiti di un pasticciere e di prendere dimestichezza sia con tutti i macchinari da utilizzare che con le materie prime da trattare. Poter guardare con i propri occhi, ma soprattutto farsi spiegare dal pasticciere esperto come si prepara una perfetta crema pasticcera o come si prepara l’impasto per i bignè è un passaggio importantissimo nella formazione di un apprendista pasticciere.

In realtà, prima di arrivare in un laboratorio e “mettere le mani in pasta” c’è un altro passaggio ancor più decisivo nella carriere di un pasticciere ed è quello della conoscenza della teoria. La pasticceria è da molti definita come una scienza esatta, perciò la conoscenza di tutte le dosature e di tutti i prodotti da utilizzare (incluse le loro proprietà e caratteristiche) è imprescindibile per poter applicare al meglio tutte le tecniche e i procedimenti da utilizzare. Per questa ragione, il miglior modo per diventare pasticciere è senza dubbio quello di seguire un corso online e ricevere una preparazione teorica su tutti questi aspetti. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare il nostro articolo che spiega come diventare pasticciere.

IL MIGLIOR CORSO ONLINE PER DIVENTARE PASTICCIERE: MIA ACCADEMY

Di corsi online ce n’è davvero l’imbarazzo della scelta. La nostra redazione ha analizzato scrupolosamente i più famosi corsi e ritiene che il miglior corso sia quello offerto dalla Mia Academy, l’Accademia dei Mestieri Italiani. Sono molto i vantaggi di questo corso, eccone alcuni:

  • L’87% degli allievi Mia Academy trova lavoro subito dopo il corso.
  • Mia Academy ti segue in tutte le fasi della tua formazione, dall’orientamento iniziale al supporto di docenti e tutor, per poi aiutarti ad avviare la tua carriera.
  • Attraverso 12 moduli e altrettante settimane di lezioni assistite sarai in grado di padroneggiare le tecniche della pasticceria sia a livello teorico che pratico.
  • Grazie alla piattaforma e-learning segui tutte le lezioni comodamente da casa, risparmiando tempo e ottimizzando i risultati.
  • Verrai inserito in uno stage di 3 mesi presso un’azienda e verrai supportato nell’inserimento successivo nel mondo del lavoro.
  • A fine corso ottieni il diploma di specializzazione, l’attestato HACCP con valenza europea, quello di stage e di acquisizione di competenze orientate alla professione.

Per maggiori informazioni sul corso offerto da Mia Academy, potete consultare direttamente il sito ufficiale dell’Accademia e registrarvi gratuitamente e senza impegno.

QUANTO GUADAGNA UN PASTICCIERE IN ITALIA: CONCLUSIONI

Perciò, per chi è interessato a intraprendere questa carriera e specializzarsi in questo mestiere, prima di presentarsi in qualsiasi pasticceria per provare a fare uno stage, è consigliato seguire il corso online di Mia Accademy per poter avere tutte le carte in regola per mettersi in buona luce dimostrando la conoscenza di tutta la teoria. Per iscrivervi basta consultare direttamente il sito ufficiale dell’Accademia e registrarvi in maniera gratuita.