Professioni intellettuali: in crescita le collaborazioni occasionali

0
63

precariatoLa notizia che vi diamo è dettata dall’osservazione di forum e siti dedicati alle offerte di lavoro: nelle professioni intellettuali crescono in maniera esponenziale le offerte di collaborazione occasionale o a pacchetti.

Le prime possono configurarsi come richiesta di una singola prestazione, ad esempio la creazione di un solo banner per un sito, di un solo post per un blog, mentre quelle “a pacchetto” richiedono di solito un certo numero di prestazioni concentrate nell’arco di un certo periodo di tempo: una, due settimane o un mese.

La dimensione del fenomeno non sarebbe così allarmante se per ogni offerta “ occasionale” si proponessero dei compensi adeguati e dignitosi, mentre la tendenza a proporre tariffe irrisorie rischia di non rendere remunerativa la collaborazione o di impedire la formazione di un adeguato introito mensile per chi la svolge.

Il mercato è questo, la concorrenza è alta e non pensiamo che le cose possano migliorare nel breve periodo.

Come difendersi da simili situazioni?Anzitutto cercando di procurarsi più collaborazioni contemporaneamente in modo da lavorare con continuità e poi, per riuscire a tirar fuori un guadagno mensile decente ( part-time o full-time), cercare di contrattare dei compensi più elevati per singole prestazioni o pacchetti.

C’è sempre il rischio che la concorrenza si presti anche per meno, oppure gratis, non importa: per spuntare un compenso dignitoso bisognerà evidenziare i propri anni di esperienza sul campo e la qualità dei lavori svolti o accettare il compenso più basso ( ma non troppo) a patto di ottenere una collaborazione continuativa.

Fonte immagine: invisibil.blogspot.com