Previsioni immobiliari per il 2011

0
251

Avere-casa_2129L’ufficio studi del gruppo Tecnocasa ha divulgato i dati delle previsioni immobiliari per l’anno appena iniziato.

Sembra che la propensione al’acquisto di abitazioni rimarrà stabile rispetto al 2010, improntata, cioè a segnali di fiducia, così come era stato anche l’anno scorso.

Ulteriori parametri, che potrebbero invertire la tendenza, saranno gli atteggiamenti prudenziali delle banche e l’aumento della disoccupazione che potrebbe far lievitare il numero di coloro che non potranno accendere il mutuo per comprare casa.

Sul fronte dei prezzi si prevedono variazioni in aumento tra lo 0 ed il 2% nelle grandi città con alcune metropoli in discesa, sempre sullo stesso fronte.

Per le grandi città le diminuzioni dei prezzi dovrebbero riguardare Bari, Palermo e Firenze, dove le oscillazioni resteranno comprese tra il-1 ed il +1%.

Bologna potrebbe far segnare aumenti fino al 2%; più sostanziosi quelli previsti per Genova ( da 1 a 3%). Tra zero e due ( come Bologna) anche le previsioni riguardanti le città di: Milano, Napoli, Roma, Torino, Verona.

Per i capoluoghi di provincia le variazioni di prezzo con il segno meno potrebbero registrarsi ad Alessandria, Brescia, Bergamo, Livorno, Perugia, Prato, Forlì, Trieste, Lecce, Messina ( -1%). Un meno due per cento è previsto, invece, a Como, Cosenza, Latina, Rimini, Rovigo, Sassari, Varese, Vicenza. Il meno tre per cento è previsto, invece, nelle province di Reggio Emilia e Macerata.

Fonte immagine: ideare-casa.com