Pensioni Inpdap, arrivano controlli Inps e recupero crediti

0
245

Anche le pensioni Inpdap finiscono sotto la lente di ingrandimento per eventuali controlli e tagli.

A quanto pare è proprio l’Inps che ha lanciato l’allarme pensioni Inpdap con un messaggio del 10 settembre scorso in cui comunica l’avvio delle verifiche. I pensionati statali, quindi, finiscono sotto i riflettori da parte dell’Inps che controllerà le situazioni reddituali relative all’anno 2010 e, se del caso, provvederà  anche a recuperare gli importi non spettanti.

Tutti coloro che finiranno nel calderone si vedranno sottrarre dalla pensione alcune rate a partire dalla mensilità di Novembre e fino ad un massimo di 60 mesi.

L’inps sta controllando  il diritto alle prestazioni collegate al reddito e anche il diritto alla pensione ai superstiti e alla somma aggiuntiva. In questi casi non basta più la dichiarazione degli interessati ma i dati dovranno essere raccolti direttamente dalla stessa amministrazione finanziaria.

Tutti coloro che saranno interessati dal “recupero crediti” saranno avvisati tramite lettera informativa in cui saranno indicati l’importo del debito e le modalità di recupero.

Lascia un commento