Pensioni, Ecco cosa cambia dal primo gennaio 2011

0
76

pensioni-stataliAbbiamo già parlato nei giorni scorsi della nuova regolamentazione del sistema pensionistico italiano.

Dal primo gennaio 2011, infatti, entraranno in vigore le nuove regole che riguardano le pensioni. Gli italini dovranno attendere quota 96 (somma tra età anagrafica e quella di anzianità) anzichè 95 e gli autonomi dovranno attendere quota 97 prima di andare in pensione.

Tutti coloro che riusciranno ad arrivare alla giusta quota si troveranno davanti un altro ostacolo: la cosidetta finestra mobile. Questo significa che se un lavoratore maturerà il diritto alla pensione il primo gennaio del 2011 potrà accedere alla pensione solo dopo dodici mesi oppure 18 mesi se si tratta di lavoratori autonomi. Questo “sacrificio” aiuterà il Governo a ridimensionare il grande debito pubblico con un risparmio di circa 38 miliardi di euro nelle casse per le casse dello Stato. 

Con l’ anno nuovo prenderà il via anche il calcolo con il metodo contributivo, ossia la pensione sarà calcolata in base ai versamenti effettuati, ma anche  gli aumenti tariffari, l’aumento della pensione riservata agli aziani invalidi e altre piccole novità.