Pensioni e Tassa patrimoniale, ecco le novità in vista

2
71

Se la manovra vi ha già lasciato senza fiato e magari senza soldi, ecco per voi le possibili novità in arrivo.

A quanto pare si sta parlando già di un nuovo piano di riforme alcune delle quali riguarderanno nuovamente le nostre tasche e soprattutto le nostre pensioni. Nel primo caso si parla dell’ introduzione della tassa patrimoniale prevista per immobili su patrimoni oltre gli 1,2 milioni, soprattutto voluta da PDL e Lega. Mentre nel secondo caso si potrebbe trattare di una riproposizione dell’ anticipo al 2012 della famosa quota 97, data dalla somma di età anagrafica e contributiva, per le pernsioni di anzianità o  addirittura del ripristino dello scalone Maroni che potrebbe portare a quota 100 nel 2015.

La ciliegina sulla torta sarebbe l’innalzamento a 67 anni della soglia di vecchiaia nel 2020 o 2025 ma altre novità potrebbero essere discusse nei prossimi giorni soprattutto alla luce del fatto che a inizio ottobre il Governo dovrebbe varare un nuovo piano per la ripartenza dell’ economia.  Si parla, infatti, anche delle agevolazioni per l’uso di metano da autotrazione nelle Regioni in cui sono presenti impianti di rigassificazione, l’allungamento delle concessioni demaniali per despositi e stabilimenti energetici costieri ma anche un bonus per la banda larga a favore delle Pmi.