Pensione minima: previsto aumento ad aprile 2023

0
516
pensione minima
fonte: pxhere

Da quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2023, ad aprile ci sarà un aumento della pensione minima per chi ha più di 75 anni. Di seguito tutte le informazioni utili riguardo questa novità.

PENSIONE MINIMA: AUMENTO AD APRILE

Per chi ha 75 anni o più e percepisce la pensione minima di 600 euro, ad aprile vedrà un aumento di quest’ultima. È questo quanto previsto, come già anticipato, dalla Legge di Bilancio 2023. Si tratta dell’applicazione di una delle novità previste dalla Manovra.

Dopo la rivalutazione legata all’incremento del costo della vita, durante i primi tre mesi del 2023 i pensioni hanno ricevuto degli aumenti “ordinari”. Questo, però, ha subito dei ritardi da parte dell’INPS.

AUMENTI PENSIONE: ECCO QUANDO SONO AVVENUTI

Per poter effettuare questi aumenti, l’INPS ha dovuto suddividere questo passaggio in più fasi:

  • GENNAIO 2023: per i pensionati che percepiscono fino a fino a 2.101,52 euro di pensione;
  • MARZO 2023: per i pensionati che percepiscono più di 2.101,52 euro. Nella mensilità di marzo sono stati inclusi gli arretrati dei mesi di gennaio e febbraio.

Per i percettori di pensione minima di 600 euro, l’aumento avverrà nel mese di aprile, in cui saranno aggiunti gli arretrati dei precedenti tre mesi.

AUMENTI AD APRILE 2023

Per quanto riguarda le pensioni minime, gli importi del 2023 saranno i seguenti:

  • 571,61‬ euro al mese per tutti i pensionati con meno di 75 anni. Questa categoria ha già ricevuto gli arretrati dei precedenti tre mesi;
  • 600 euro al mese per tutti coloro che percepiscono le pensioni minime che hanno dai 75 anni in su. Ad aprile, inoltre, riceveranno anche gli arretrati di gennaio, febbraio e marzo pari a 85,2 euro in totale (+28,4 euro netti al mese. Ovvero, dal rialzo di 74,62 euro al mese, vanno sottratti i 46,22 euro mensili già ricevuti da questi pensionati entro marzo 2023).