Partite Iva inattive, dichiarazione di cessazione attività sì o no?

0
89

Ancora novità dall’ ultime manovre finanziarie apportate dal Governo e che riguardano il periodo di crisi.

La Manovra correttiva 2011 prevede anche il famoso taglio alle partite Iva inattive da almeno 3 anni. Nel taglio rientrano anche le posizioni per le quali non è stata presentata la dichiarzione Iva e sarà l’Amministrazione Finanziaria a revocare d’ufficio le partite Iva che corrispondono a tali criteri. Se non si vuole la chiusura si può accedere alla sanatoria che prevede una “tassa” di 129 euro da pagare entro il 4 ottobre 2011.

Secondo quanto precisato dall’ Agenzia delle Entrate, è necessario presentare entro il 4 ottobre la dichiarazione di cessazione dell’attività anche se nel mese scorso si era già spiegato che non era necessario visto che poteva essere effettuata sulla base dei dati desunti dal modello F24 presentato. A quanto pare però sembra che sia necessario presentare la comunicazione entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della disposizione così come riportato nel testo della legge.