Pagamenti Pmi, la Pubblica Amministrazione ha i minuti contati

0
122

soldiE’ in arrivo una nuova direttiva comunitaria che metterà, o almeno dovrebbe mettere, la parola fine ai ritardi nei pagamenti alle Pmi da parte della Pubblica Amministrazione.

Secondo quanto imposto dalla nuova normativa le piccole e medie imprese saranno tutelate nei confronti di quelle PA debitrici. La Commissione Mercato Interno del Parlamento UE ha approvato ieri la nuova direttiva che prevede il limite massimo di 30 giorni per saldare i debiti. I giorni potranno dinetare al massimo 60 se ci sono determinate condizioni e se entrambi le parti sono d’accordo. 
Tutti coloro che non rispetteranno i tempi saranno multati con una pensale dell’ 8% dell’ importo totale.  Sesi sceglie la terza strada, quelle delle dilazioni, entrambe le parti dovranno preventivamente concordare i tempi di saldo.

Resteranno fuori dalla normativa le strutture sanitarie che potranno effettuare il saldo anche entro 60 giorni, visto che non possono disporre liberamente delle proprio risorse. La direttiv sarà varata entro fine mese ed entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta poi i singoli Stati Memrbi avranno due anni di tempo per renderla effettiva.