P.R. chi è e cosa fa

0
368

pr

Niente di troppo complicato, almeno a livello di spiegazione. Il PR non è altro che l’addetto alle pubbliche relazioni che si occupa principalmente della comunicazione e dei rapporti fra l’impresa e il pubblico di riferimento.

La figura ha conosciuto un boom di sviluppo notevole durante gli anni ottanta, quando è stato scoperto il valore della comunicazione e ancora oggi il settore in cui opera il PR sembra non conoscere crisi. Basti pensare al valore predominante che la comunicazione ad oggi riveste all’interno di ciascuna azienda, e ai metodi di comunicazione che negli ultimi decenni si sono letteralmente moltiplicati.

In alcuni casi il professionista che si occupa di pubbliche relazioni preferisce definirsi  comunicatore d’impresa, seppure la dicitura abbia una valenza maggiore rispetto alle sue reali mansioni. Il comunicatore si occupa infatti di pubblicità, di marketing e di sponsorizzazioni.

Il ruolo del PR invece è relativo alla promozione e alla diffusione del marchio di una determinata azienda sul mercato. L’obbiettivo è quello di creare o rendere più solido il rapporto con il cliente con il quale l’azienda si rapporta. Come è facile immaginare dunque le specializzazioni sono innumerevoli; ci si potrà occupare di comunicazione tramite ufficio stampa, di comunicazione interna, di diffusione informazioni sul prodotto, etc.

Il PR potrà dunque occuparsi delle relazioni interne od esterne all’impresa. Nel primo caso gestirà il rapporto fra dipendenti ed azienda, migliorando la comunicazione e la partecipazione. Se invece si opta per il settore delle relazioni esterne gli interlocutori principali saranno i clienti, i consumatori e le associazioni e il PR sarà più simile ad un giornalista con in mano la gestione dell’Ufficio Stampa.

Altro settore in cui il PR potrà operare, sarà quello politico. In questo caso parleremo di lobbista, professionista che curerà gli interessi nel mondo politico della propria azienda.

Ovviamente tutti questi profili potranno essere rivestiti da un’unica persona, o nel caso di realtà aziendali molto ampie, da uno staff di collaboratori.

Per chiunque intenda rivestire un ruolo di questo genere il percorso formativo è realmente importante. Si potrà ad esempio frequentare il corso in Scienze della Comunicazione e seguire in seguito tirocini o laboratori che aiuteranno lo studente a meglio inserirsi nell’ambito lavorativo. Si potrà conseguire inoltre specializzazione frequentando uno dei numerosi master organizzati annualmente.