Occupazione, crescono gli inattivi e gli “sfiduciati”

0
181

lavoroSe da una parte la disoccupazione è ancora alle stelle, fermo ad oltre l’ 8%, è vero anche che sono quasi 1,5 milioni gli italiani che hanno “perso ogni speranza”.

Secondo quanto riferito dall’ Istat sembra che gli italiani alla ricerca di un posto di lavoro siano sempre di meno e non perchè riescano a trovarlo ma perchè ci rinunciano in partenza. Nel terzo trimestre del 2010 sono risultati quasi  1 milione e mezzo gli italiani che non sono alla ricerca di un lavoro, con un aumento del 14% rispetto allo stesso periodo del 2009. Si registra un rialzo anche per i cosiddetti “inattivi“, cioè quelli che rientrano nella fascia di eta’ compresa tra i 15 e 64 anni e che non hanno e non cercano un posto di lavoro. Anche per loro c’è stato un aumento del 2% per un totale di oltre 15 milioni.

In particolare la quota di inattivi è in crescita al Mezzogiorno, dove è stato segnato un rialzo in confronto al periodo di luglio-settembre dello scorso anno di un +2,2%.