Nuove professioni, il personal shopper

0
101

Il personal shopper è una figura professionale sempre più alla ribalta, complici anche i programmi televisivi.

Il personal shopper è essenzialmente un consulente per gli acquisti. Un professionista sempre aggiornato sulle ultime tendenze, con il compito di indirizzare il cliente nella scelta, ottimizzando i tempi, e senza spendere un solo centesimo in più rispetto al budget previsto.

Requisiti per un buon un personal shopper

  • buona cultura e naturale predisposizione alle relazioni interpersonali;
  • buon gusto;
  • conoscenza delle lingue straniere;
  • capacità di interpretare i gusti del cliente e di valorizzare la sua immagine consigliando il look più appropriato, dall’abbigliamento, passando per il make-up, sino alla pettinatura dei capelli;
  • ottima conoscenza della città in cui esercita la professione (outlet, show room, boutique, atelier, mercatini, ecc.).

Cosa serve per diventare personal shopper

Chi vuole intraprendere questa strada professionale, deve sapere che ci si può improvvisare. Esistono, infatti, corsi ad hoc che preparano i giovani a questo tipo di lavoro. I corsi sono tenuti da esperti del settore, spesso in collaborazione con responsabili di società di personal shopping.

Le tematiche affrontate sono diverse, dai trend attuali della moda al marketing, dalla comunicazione interpersonale alla psicologia dell’acquisto. Una delle scuole più accreditate è senza dubbio la Scuola Internazionale Polimoda di Firenze. Al termine del corso, inoltre, si ha la possibilità di completare la propria formazione con uno stage presso agenzie di settore, catene alberghiere e centri commerciali. Successivamente, bisogna farsi conoscere per creare la propria rete di contatti personali sia attraverso il passaparola, che realizzando un proprio sito internet per farsi pubblicità.