Nuove professioni: il Manager della terza età

0
1172

La popolazione invecchia progressivamente e si trova a confrontarsi con la gestione di nuove esigenze personali e di salute fisica e psichica.

Con i figli ed i familiari sempre più impegnati , gli anziani  si trovano spesso a gestire situazioni di solitudine e difficoltà, specie quando si tratta di prendere decisioni importanti come una terapia da seguire, i cibi da consumare. Per queste scelte non basterà solo rivolgersi alla badante di fiducia, ma al manager o consulente della terza età, una figura professionale nuova di zecca che potrebbe diffondersi molti rapidamente da quì al 2030.

Il  manager della terza età sarà uno specialista, un laureato in Medicina o Farmacia, che dovrà saper consigliare lo stile di  vita più sano per l’anziano, dall’alimentazione, al fitness, alle terapie mediche, ai farmaci.

Non sarà solo un coach cioè una persona che insegna ad un’altra a migliorarsi sotto il profilo personale e psicologico, ma un vero e proprio consulente che indirizzerà l’anziano verso  soluzioni terapeutiche più consone al suo stato di salute o verso la scelta dei cibi più sani per la sua età e per la prevenzione delle malattie, dunque, un professionista con competenze specifiche di natura medica.

Può anche essere un geriatra, cioè un medico specializzato nella cura delle patologie che colpiscono gli anziani. Ma la sua preparazione va ampliata con altre conoscenze come la comunicazione con il paziente, che, nel caso della consulenza, diventa anche cliente.

Fonte immagine: senado.gov.br

 

Lascia un commento